CARICAMENTO

Cerca

Condividi

Mentre la pioggia rovinava i miei progetti di gite e tulipani domenicali, un’ideuzza ci ha svoltato la mattinata. Prendere il treno con i bambini! Matteo ha viaggiato sempre in auto, molto in aereo, moltissimo con la fantasia, poco in nave, abbastanza con trenini vari ma mai in treno. Bisognava rimediare!

Siamo andati altre volte a vedere i treni in partenza e l’andirivieni delle persone tra i binari, e abbiamo scattato foto alla grande locomotiva a vapore che accoglie i passeggeri nell’atrio della stazione di Cagliari. Ma stavolta finalmente siamo riusciti ad accontentarlo, con un bel viaggio Cagliari Assemini andata e ritorno! E se a voi adulti sembra il nulla cosmico, basta poco per trasformare questa esperienza in una nuova bella avventura per un bambino. Anzi, due!

Un’attività da fare con i bambini 4 stagioni, economica, con ogni condizione atmosferica, e della durata che scegliete voi. Nel nostro caso, giusto il tempo di una passeggiata, sbucare nella piazza, entrare nella chiesa, fare colazione e giocare a nascondino aspettando il treno di ritorno.

Nel frattempo, come vi racconto con le foto, un po’ di lettura, matematica, geografia. Se poi incontrate come noi un capostazione complice, serissimo mentre controlla il biglietto al bambino, che gli fa dare il via per la partenza, che fa fischiare il treno in segno di saluto quando sta sopraggiungendo sul binario di ritorno, la magia è fatta.

E anche per oggi abbiamo dato. Basta poco che ce vo’!

Mini viaggio in treno con i bambini da Cagliari: fotoracconto

Via, verde, si può partire!

Imparando a obliterare (che poi, c’è scritto che si paga dai 4 anni, ma ci hanno detto che fino a 6 anni è gratis, #sapevatelo)

Ingannando l’attesa, un po’ di geografia…

Matematica: numeri e… limiti!

Serissimo controllo dei biglietti…

Tutto ok, si parte.

Fatemi capire meglio che è sto treno. Sapevo andare a ciu-ciu, oggi mi hanno detto che andiamo a ciuf-ciuf!

Il treno è rock!

Arriviamo ad Assemini.

Poco distante dalla fermata “Assemini”, la seconda delle tre nel paese, venendo da Cagliari, si trova la Chiesa di San Pietro, con una piazza che ispira corse e un bar vicino.

Un’ora dopo il treno ci riporterà a Cagliari.

Ma quale abbandonata! Stazione, ti adottano i bambini!

Viaggio di andata vs viaggio di ritorno.

Anche senza prendere il treno, con i bambini basta fare una passeggiata nell’atrio della stazione di Cagliari, dove vi accoglie una locomotiva a vapore tra le pochissime sopravvissute.


LEGGI ANCHE:


 

Segui Mammarketing anche su Facebook , Twitter e Instagram!

Tags: