“Love, the app” vince il BolognaRagazzi Digital Award 2014

0
479

love the appBologna Children’s Book Fair, la fiera del libro per ragazzi di Bologna, compie 51 anni, e per l’occasione apre le porte ai bambini e alle loro famiglie. Se fino ad ora si trattava di una fiera per soli operatori del settore, ora un intero padiglione si popolerà di personaggi, storie, eventi, ospiti prestigiosi e tanti, tantissimi libri per bambini.
<href=”http://www.settimanadellibroperragazzi.bolognachildrensbookfair.com/” target=”_blank”> Non ditelo ai grandi! Questo il nome della settimana del libro e della cultura per i ragazzi, la festa all’interno della fiera, un omaggio al libro dell’autrice da Pulitzer e insegnante di scrittura creativa Alison Lurie.

E mentre sono qui a sbirciare il programma e invidiare chi potrà andare a trascorrere una bella giornata in quel di Bologna, sia in fiera, sia in città, dal momento che all’ombra dei portici musei, biblioteche e spazi pubblici si popoleranno di eventi collaterali come mostre, laboratori, racconti, proiezioni, l’occhio mi è caduto sul progetto vincitore del BolognaRagazzi Digital Award, il premio della fiera per le migliori app per bambini dai 2 ai 15 anni, di genere fiction e non fiction, tratte da libri per l’infanzia.

L’app vincitrice 2014 per il genere fiction si chiama Love, The App. Se è specificato che c’è un’app vuol dire che c’era qualcos’altro, prima. Si tratta in fatti di Love, il libro scritto da Lowell A. Siff con design originale e illustrazioni dell’italiano Gian Berto Vanni.

Per la giuria:

E’ stato facile amare questa app, immaginazione digitale e inventiva straordinarie applicate a un libro che celebra le texture e gli artifici della carta e la forza della semplicità vulnerabile e della poesia visiva

Il libro è nato 60 anni fa, e oggi rivive nella sua versione digitale realizzata da Niño Studio di Cabav, in Argentina, a cui lo stesso Vanni ha contribuito con soddisfazione, perché ritiene che il movimento in cui è stato tradotto il progetto su carta ha mantenuto lo spirito originale e forse nei colori è stato addirittura migliorato.

love0
love1
love2
love3

Per capire la bellezza del libro bisognerebbe infatti averlo tra le mani: un’opera d’arte su carta, ricca di intagli, ritagli, spioncini, pagine di diversa grandezza, considerata per l’epoca un lavoro sperimentale di narrazione animata. E oggi Vanni, all’età di 86 anni, vede la sua sperimentazione continuare per le nuove generazioni, dimostrandosi nuovamente vincente. Oggi la materialità della carta viene ripresa su un piano tutto digitale, con la “consistenza” e i rumori tipici del cartaceo, le pagine che girano, animazioni in stop-motion. Tutto, insieme alla ninna nanna di sottofondo e alla trama originale, ne fa un’opera d’amore.

E la trama? E’ la storia semplice e commovente, triste ma intrisa di buoni sentimenti, di una una bambina abbandonata  dai genitori all’età di 9 anni e finita in un orfanotrofio, rifiutata dai suoi coetanei ma che non perde mai la voglia di scoprire qualcosa di buono e andare in cerca di amore. Nella versione app non c’è narrazione, ognuno può godersi la sua storia personale interagendo con le immagini.

Love, The app è compatibile con iPad con iOS 5.0 o versioni successive, ed è disponibile nell’App Store a 4,99 dollari.
Il libro originale su carta è disponibile su Amazon.

Ecco il trailer di Love, the app, poesia visiva per grandi e piccini:

Leave a reply