CARICAMENTO

Cerca

La festa magica: il primo Baby Aperitivo di Mammarketing

Mammarketing 23 luglio 2018
Condividi
Tanto ho cercato fino a quando ho trovato uno spazio: 
  1. all’aperto,
  2. con giardino,
  3. per bambini,
  4. a Cagliari city
 
O meglio lui ha trovato me. Il Giardino del Balice.
Un mio sogno perso in un cassetto troppo disordinato, una location che voleva farsi conoscere dalle famiglie, una lampadina che si è accesa e ha creato un cortocircuito creativo che ha messo insieme evento e storytelling.


Il Giardino del Balice

Addossato al masso roccioso del Balice, lo stabile si sviluppa su 3 piani, e il più alto si apre su un ampio giardino delimitato dal muro omonimo.
Prima della sua edificazione agli inizi del XX secolo, nell’area sorgevano abitazioni a uno o due piani e i magazzini della famiglia Marcello.  Al terzo piano vi era una piccola radura adibita a orto, e circoscritta dalle mura di Castello. Vi si arrivava tramite una scala posizionata nello slargo verso Santa Chiara, tuttavia la gradinata consentiva anche l’accesso alla città alta mediante un’apertura sulle mura. Per questo motivo fu oggetto per decenni di contenzioso tra la famiglia Marcello e il demanio militare, una pluriennale causa legale che giunse a risoluzione quando la città perse il ruolo di piazzaforte militare del regno. La metamorfosi del nuovo palazzo comportò la trasformazione dell’orto in giardino, mentre la scala rimase inglobata nel fabbricato, e così il Comune di Cagliari costruì un nuovo varco con le nuove scalette di Santa Chiara.
 
Il rifugio antiaereo, costruito dalla famiglia nel 1942, unico privato ancora esistente a Cagliari, viene aperto in occasione di eventi culturali quali Monumenti Aperti o degustazioni e il giardino  viene concesso in affitto per feste e iniziative private.
 

Avevo una tela bianca ma impregnata della storia della nostra città, un giardino in un luogo dove nessuno se lo aspettava, una grotta da esplorare e tanti bambini: e così è nata l’idea della festa magica in un luogo segreto e incantato, tutto da scoprire!


I Baby aperitivi
 
Da mamma, penso a quali attività mi piacerebbe trovare in città per far divertire i miei bambini e allo stesso tempo trascorrere io del tempo in relax. E così ho creato un format: i baby aperitivi.
Una festa con laboratori, spettacolo e divertimento, in cui i bambini vengono accompagnati e seguiti, mentre i genitori fanno due chiacchiere nella finestra di tempo di un aperitivo. 
Le modalità dell’aperitivo possono cambiare: sia nello stesso luogo dove giocano i bambini, sia nella stessa zona, in locali partner.
Il tema della festa può cambiare, così che io mi possa spremere le meningi con idee sempre nuove, e i bambini possano tornare a ogni appuntamento senza annoiarsi.
Anche la location può cambiare a ogni appuntamento: il format è flessibile e si adatta anche alle stagioni.

La festa magica
 
La festa magica è stato il baby aperitivo numero zero. L’evento di prova per testare se i Baby Aperitivi siano un’idea percorribile, ripetibile, ampliabile, migliorabile.
E la risposta è sì. La accendiamo.
Il riscontro è stato bellissimo. Ho ricevuto il doppio delle prenotazioni che potevo accettare e fatto il sold out 10 giorni prima. Quindi la festa magica si rifarà a settembre, aguzzate le orecchie!
Il tutto è stato possibile anche grazie ai partner che hanno permesso di limitare la spesa di questo lancio e offrire biglietti a un prezzo che fosse più possibile a misura di bambino.

Il mio grazie va alla location, all’animazione di Seconda Stella, che con gentilezza ed entusiasmo ha accolto tutte le mie idee e contribuito a realizzarle e seguirle, a Stefania Sanna che mi ha permesso di regalare a ogni genitore un reportage della festa con tante foto dei propri bimbi, a Snob Event per la merenda e ai locali di piazza Yenne che hanno offerto l’aperitivo a un prezzo scontato ai genitori accompagnatori: Locanda Aurora, L’Elfo, Grains e Bar Centrale.

Ma basta chiacchiere, di seguito trovate il fotoracconto della festa magica. Alla prossima!
 
Ricevuta via email la parola d’ordine e la mappa per arrivare, i bambini hanno trovato all’ingresso un passaporto magico, con il loro nome vero e il loro nome magico. Per ogni prova magica superata hanno ricevuto un timbro sul passaporto e, finito il viaggio in questa avventura, hanno ricevuto il Diploma di magia. Entrare nella grotta e scoprire di essere “pieni di luce” grazie al facepainting fluo, realizzare una bacchetta magica, creare una pozione e costruirsi la propria coroncina da fatina o elfo personalizzata. I bambini hanno superato ogni sfida con fantasia e aiutandosi, per poi meritarsi una bella merenda e prepararsi allo spettacolo di magia, che li ha visti protagonisti in qualità di piccoli maghi apprendisti. Fino alla consegna dei diplomi e al Gran Ballo finale delle Fate.

Il passaporto magico

Tutto pronto per le pozioni magiche

Mini barattoli della calma per continuare la magia a casa!

La preparazione delle fatine

 

Il truccabimbi fluo…

… e la magia nella grotta!

Elfi…

Bacchette magiche

Controllo delle prove superate

Magiaaaaa!!!!

Maga Grazy in azione!

Piccoli aiutanti magici

Elfi robot 😉

Pozioni stregate!

Libro delle fiabe photobooth, realizzato a mano dai nonni di Matteo

Il libro chiuso

La merenda: pizzette rospette, biscotti di gelatina magica, bava di lumaca e succo di drago

Spettacolo di magia

I preparativi notturni 🙂

Maghetti felici

Tags:

2 Comments

  1. Mara 24 luglio 2018

    Bellissimo ma come si fa per partecipare?

    Rispondi
    1. Mammarketing 24 luglio 2018

      Grazie! Vi darò comunicazione sul blog e sui social, e su Facebook in particolare creeró l’evento dedicato. Se vuoi mandami una email a info@mammarketing.it così ti inserisco nella mailing list degli eventi. A presto! 😘

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *