Bonus Babysitting e centri estivi: 10 domande e risposte

0
1736
bonus babysitter
Buongiorno, risponde la sede distaccata dell’INPS e so tutto di bonus babysitting, centri estivi e chi più ne ha più ne metta!
Si scherza, eh, ma mi sono arrivate così tante domande su questi bonus, che mi sono sentita una studentessa impreparata. Insomma, c’è caos, confusione, e allora ho deciso di andare ad abbeverarmi alla fonte: ho chiamato l’INPS (tre volte, e ho chiacchierato con tre operatori preparati e gentili).
Poiché mi sembra un tema di interesse per molti genitori, vi riassumo qui le mie personali FAQ!
 

1) Ma quanti bonus esistono?

 
Al momento, per i figli è possibile usufruire dei seguenti bonus:
1) Bonus Babysitting 1 e 2 (poi ve lo spiego meglio)
2) Bonus centro estivo (che è lo stesso del Bonus Babysitting 2)
3) Bonus nido (questo c’era già, ma ci si deve rinunciare per usufruire di quelli sopra)
4) Bonus vacanze (per questo non è ancora possibile fare domande, molto probabilmente servirà l’ISEE ma si attende la circolare)
5) congedo parentale (chiamato anche erroneamente straordinario, che è un’altra cosa, diciamo congedo COVID19, e chi ne ha usufruito ha ora la fregatura più grande).
 

2) Se ho usato il primo bonus babysitting di 600 euro, posso usare anche la sua estensione?

 
Sì, 600€ + 600€, per un totale di 1.200€ a nucleo familiare, dunque indipendentemente dal numero di figli.
 

3) Se non ho usato il primo Bonus Baby Sitting, posso usare ora entrambi?

 
Sì, fino a 1.200€ a nucleo familiare, dunque indipendentemente dal numero di figli.
 

4) Facciamo un po’ di chiarezza sui bonus Babysitting

 
Il Bonus Babysitting (1) era stato introdotto con il decreto Cura Italia (decreto-legge 17 marzo 2020 n. 18). Si poteva chiedere fino a 600€ che venivano erogati direttamente alla babysitter incaricata (che poi in tasca le arrivano meno di 600€, a conti fatti, sapevatelo).
 

Il Bonus Babysitting (2) è arrivato con il decreto Rilancio (articolo 72 del decreto legge n. 34 del 19 maggio 2020, in G.U. 128 del 20 maggio), “in considerazione del permanere della situazione di gravità eccezionale derivante dal contagio COVID-19”.

E con questo, si possono fare due cose: usare i soldi per una babysitter o per un centro estivo. Il bonus è lo stesso, semplicemente nel compilare la domanda troverete due opzioni tra cui scegliere. Nel caso scegliate babysitter, dovete indicare i dati della persona scelta a cui andranno i soldi, nel secondo caso dovrete inserire il documento di iscrizione e indicare la cifra che anticipate per avere poi il rimborso.

 
Dunque chi ne ha diritto ha un massimo di 1200€ da gestire tra babysitter e campi estivi.
 

5) Chi NON ne ha diritto?

 
Il bonus babysitter non si può usare in nessun modo, in nessuna frazione e con nessuna rinuncia ad altro in questi casi:
  • se tutti i figli hanno compiuto 13 anni
  • se si è fruito di congedo parentale (anche quello retribuito al 50%), basta averne fruito un solo giorno e il danno è fatto!
  • se l’altro genitore è in cassa integrazione
  • se l’altro genitore usufruisce della NASPI
  • se l’altro genitore è disoccupato o inoccupato
 

Se avevi pianificato il congedo, perché giustamente prima del decreto rilancio non si conoscevano queste nuove opportunità, ma non ne hai ancora usufruito, puoi fare la rinuncia, e allora ti salvi in corner. Altrimenti ahimé, non c’è possibilità di rinuncia perché c’è totale INCOMPATIBILITA’.

Puoi usare il tuo massimo di giorni di congedo (15 + 15) fino al 31 luglio.

 
 

6) Ci sono casi particolari in cui si ha diritto a bonus di diverso importo?

 
Sì, i sanitari hanno diritto a bonus pari a 1000€ + 1000 € invece che 600€ + 600€.
Lo stesso vale anche per il personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico impiegato per le esigenze connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19.

7) Chi sono gli operatori sanitari?


Medici, infermieri, tecnici di laboratorio biomedico, tecnici di radiologia medica, operatori sociosanitari.
 

8) Cosa c’entra il bonus nido?

 
Il bonus nido viene erogato nel periodo gennaio-dicembre 2020.
Se si vuole usufruire del bonus babysitting in uno o più mesi, bisogna fare la rinuncia al bonus nido per quegli stessi mesi.
 

9) Se sono un centro estivo che devo fare per accreditarmi come erogatore di servizi?

 
Nulla. E’ il genitore che, al momento della compilazione della domanda, allega scheda di iscrizione, fattura e dati del centro estivo. E ANTICIPA la quota (minimo una settimana, massimo fino al 31 luglio), che poi verrà rimborsata.
 
Ovviamente fino a esaurimento del fondo, quindi chi prima arriva meglio alloggia.
 

10) Ok tutto chiaro, e ora a quale centro estivo lo iscrivo?

 
Questo l’INPS non lo sa, ma lo sa Mammarketing!
Ecco la tanto attesa lista dei

campi estivi a Cagliari e dintorni!

E’ un work in progress, continuate a segnalarmeli.
Indico la cosa più importante: la fascia di età.
Non indico se siano o meno sold out, perché è tutto variabile e conviene naturalmente sentire direttamente gli operatori referenti.
Cerco di mettere chiari e visibili i dati di contatto.
 
Buona caccia!
 

… e il bonus vacanze?

 
Giusto, ho chiesto anche per quello: al momento non è possibile fare la domanda, si è in attesa della circolare. Si sa solo che molto probabilmente servirà l’ISEE, quindi fatevi furbi, iniziate a richiederlo, tanto vi serve anche per la mensa scolastica!

 


Se ti è piaciuto l’articolo, l’hai trovato utile e ti piacerebbe leggerne di più, spammami!
Condividi e invita nuovi follower a mettere like sulla mia pagina Facebook e Instagram.
Per una volta, pagare in visibilità è ben accetto 😉

Leave a reply