Halloween spiegato alla nonna

0
363

popart

Cara nonna,
dolcetto o scherzetto?

Sì lo so… il dolcetto sono io, ma non c’entra ora. Il discorso è un po’ più complicato… mi costringi a passare allo scherzetto.

  • Per te, che hai una casa splendida splendente.
  • Per te, che mi fai camminare tutto il giorno scalzo a casa tua e sulla tua terrazza e a sera ho i piedi ancora puliti come dopo il bagnetto.
  • Per te, che mi vesti e mi pettini come un principino, che George ce spiccia casa (a noi, ovvio, mica a te!)
  • Per te, che riesci a farmi mettere a posto tutto quando finiamo di giocare.
  • Per te, che per vedermi tutti i giorni hai imparato a usare Skype e Whatsapp.
  • Per te, che la notte tra il 31 e l’1 è sempre stato Ognissanti, mica la festa delle zucche e delle streghe.
  • Per te, che certe cose non esistevano quando mia mamma era bambina

Ecco, proprio per questi motivi vorrei farti conoscere anche quest’altro pezzetto del mondo di noi piccolini. Che ogni anno, oggi, facciamo cose strane, ci vestiamo da ragnetti, oppure facciamo pranzi mostruosi.

Senza stare a raccontarti di gente che si trucca in modo strano, che trasforma la casa in modi bizzarri. Insomma, senza troppi giri di parole, ho scelto una mia foto che in altre circostanze mamma non ti avrebbe mai mostrato, per farti entrare direttamente nel mood di Halloween.

IMG-20151030-WA0014

E ti immagino, ora, come uno di quei fotogrammi che appaiono nei servizi delle Iene: una persona spaventata e incredula che prova orrore.

Ecco nonna, brava: questo è Halloween! 🙂

Con affetto,
Matteo

Segui Mammarketing anche su FacebookTwitter e Instagram!

Comments are closed.