Dispositivo antiabbandono: la nostra scelta è Tippy

0
736
Tippy mammarketing

Dispositivo antiabbandono: a che punto siamo?
Siamo a un mese dall’introduzione dell’obbligo, pena la multa.
Ciò significa che, se dal 7 novembre scorso, data in cui è diventato obbligatorio avere in auto un dispositivo antiabbandono per chi trasporta bimbi sotto ai 4 anni, era prevista la sospensione delle multe, dal 6 marzo 2020 ci sarà tolleranza zero.
Dunque è il momento di provvedere.
Per indorare la pillola, lo Stato dà alle famiglie un contributo di 30 euro, sia come buono per l’acquisto sia come rimborso per chi ha già acquistato.

Come ottenere il buono per l’acquisto del dispositivo antiabbandono?

Buono antiabbandono, fa pure rima! Come ottenerlo?
Per l’acquisto: È necessario fare richiesta registrandosi dal 20 febbraio sul sito www.sogei.it o www.mit.gov.it. Si avrà un buono per ogni bambino sotto i 4 anni.
Per il rimborso, bisogna registrarsi entro 2 mesi (60 giorni) dal 20 febbraio, dunque entro il 20 aprile, e allegare copia del giustificativo di spesa.

Dispositivo antiabbandono: io ho scelto Tippy

I dispositivi antiabbandono costano tra i 50 e i 100 euro.
Nel mio caso, sono stata da sempre intenzionata a comprare il meno caro sul mercato, essendo per me solo un obbligo da assolvere.

Attenzione:

questo post non è sponsorizzato, dunque non è il “solito” post.
E parte dal dare per assodata e condivisa da ognuno l’importanza dell’utilizzo dei seggiolini auto, del dispositivo antiabbandono, e che tutti sappiamo cosa sia l’amnesia dissociativa.

Sono successi fatti di cronaca terribili e, in quanto genitore, non oso pensare a come si sopravviva a un figlio che non c’è più per un unico errore del suo genitore.

Io racconto solo la mia esperienza e la scelta che ho fatto sulla base di questa premessa: tra pochi mesi mio figlio farà 4 anni, non ho altri bambini più piccoli, so che lui (che comunque sa urlare molto forte e sa suonare il clacson quando non è legato, nella macchina ferma, e si sposta come un grillo sul sedile davanti) saprebbe destare l’attenzione dei passanti. Insomma, diciamoci la verità: mi scoccia dover fare questo acquisto ma so che devo e che è per il bene dell’intera comunità.

Forse 4 anni mi sembra un’età eccessiva come limite:
– Ma non lo trovo esagerato se un bambino di 4 anni ha anche fratellini più piccoli, e dunque i livelli di stanchezza e prontezza di riflessi di un genitore possono essere inferiori.
– Non lo trovo esagerato se penso che mio figlio di 4 anni gira in macchina anche con altre persone, per esempio i nonni, che possono avere un calo di attenzione dovuto all’età.
– Capisco che bisogna fare una legge uguale per tutti, e che quindi meglio alzare il limite di età e abbassare i rischi per tutti.

Qui inserisco un’altra riflessione: quanti dispositivi antiabbandono deve acquistare una famiglia? Il nostro primo acquisto è stato proprio per la macchina dei nonni. Noi abbiamo in famiglia due macchine, e non possiamo stare a scambiarcelo ogni giorno. Dunque forse sarebbe più utile un rimborso con scontrino per ogni dispositivo acquistato, non per ogni figlio sotto i 4 anni. Ma tant’è.

Abbiamo acquistato Tippy dopo averne monitorato il prezzo per diversi mesi: nel momento in cui su Amazon è stato messo con uno sconto ci siamo decisi.
Da 59,90€ a 49,90€. Con il rimborso dello Stato di 30€, la nostra spesa totale sarà 19,90 euro. Molto meno di quanto si pensava all’inizio.
Dispositivo antiabbandono Tippy

Perché Tippy? Per 5 motivi

Sia per i nonni che per noi abbiamo scelto Tippy Pad.

  • Perché tra tutti ci è sembrato il migliore per rapporto qualità/prezzo.
  • Perché fa il suo lavoro. E’ vero, la maggiore polemica sul tema che ho sentito è stata: un bambino lo dimentichi ma il cellulare no…
    Parliamoci chiaramente, tutti abbiamo un cellulare e, se il cellulare stesso può assolvere anche a questa funzione salvabebè, ben venga! C’è inoltre un accessorio che permette di monitorare il bambino in auto anche se non si ha il telefono con sé, si chiama Tippy Fi. Noi non lo abbiamo preso, ma può essere un’informazione utile.
  • Perché il Bluetooth non è nocivo. È legittimo per un genitore preoccuparsi per il suo bambino che, in pratica, ci si siede sopra. Ma il dispositivo sfrutta esclusivamente la tecnologia bluetooth low energy, che per intenderci è la stessa delle cuffie o auricolari Bluetooth. E la stessa OMS ne suggerisce l’uso quando si sta molto al telefono, proprio per evitare l’assorbimento delle onde elettromagnetiche del device accanto alla testa.
  • Perché potrei dimenticare il telefono a casa, o dimenticarlo in auto quando mi allontano, o avercelo scarico. Ma non succede quasi mai!
  • Perché è facile da installare e utilizzare.

Ecco come fare in 10 passi.
antiabbandono-tippy

Tippy Pad: 10 step per installarlo e utilizzare il dispositivo antiabbandono

  1. Scarica l’app Tippy su Google Play o Apple Store
  2. Registra il tuo account, accetta di attivare il Bluetooth, sfoglia il breve tutorial
  3. Associa app e cuscino: Premi + per associare Tippy all’app, e accendi il Tippy premendolo nella parte centrale
  4. Inserisci il numero seriale che trovi sul Tippy (all’interno della fodera o sulle istruzioni) e premi “Cerca”
  5. Assegna a Tippy il nome del bambino, puoi aggiungere anche una foto, e associa due o più numeri di telefono a cui, in caso di emergenza, arriverà sms e geolocalizzazione dell’auto con seggiolino e bambino
  6. Posiziona il Tippy sul seggiolino: basta far passare la fessura orizzontale del Tippy intorno all’ancoraggio della cintura di sicurezza, che si trova sulla seduta al centro del seggiolino.
  7. Avvicinati alla macchina e verifica che la comunicazione tra Tippy e app sia in stato “connesso”
  8. Sistema il bambino sul seggiolino: i sensori ne rileveranno la presenza (a partire dai 3 kg) e sull’app apprarirà la scritta “Bambino seduto”
  9. Parti! Se quando arrivi a destinazione, scendi dall’auto e ti allontani per oltre 10 metri (la portata del bluetooth) e il dispositivo rileva ancora il bambino, parte un allarme sullo smartphone. Se no verrà disattivato entro 60 secondi, gli altri numeri di emergenza saranno contattati via sms.
  10. Associa telefoni e cuscini con il migliore incastro per la tua routine! Se sei in auto con un’altra persona che ha configurato l’app con le stesse informazioni e l’ha collegata allo stesso cuscino, funzionerà in automatico solo uno dei due. Lo stesso cuscino può essere configurato su 2 dispositivi (es. telefono di mamma e papà). Se hai più di un figlio e più di un Tippy, con la stessa app puoi configurarne 4.

E voi, che avete come me un bambino a pochi mesi dai 4 anni e dalla fine dell’obbligo di avere un dispositivo antiabbandono in auto, come vi state organizzando? Quale avete scelto?
Ecco Tippy Pad su Amazon:

Leave a reply