“The power of love”: lo spot di DTAC che vi farà piangere (come la sua piccola protagonista)

0
1102

Devo ammettere che gli spot emozionali più belli ultimamente arrivano dai grandi player hi-tech. In questo video il messaggio è: la tecnologia non sostituirà mai l’amore.

Strano che sia proprio un’azienda tecnologica a fare un passo indietro e lanciare un messaggio che suona come darsi una zappa sui piedi. E invece l’obiettivo è perfettamente centrato: DTAC, l’azienda di telefonia thailandese in questione, dimostra di tenere ai suoi clienti, e riconosce il limite del suo core business: la tecnologia non può risolvere tutto.

E lo fa in un modo molto intelligente, che tocca il cuore di tutti i neo papà ma anche delle neo mamme. Sì, è vero, tanti papà sono il perfetto backup della mamma, sanno fare di tutto e di più. Ma ce ne sono tanti che sono o si ritengono imbranati, che svengono alla sola idea di essere lasciati soli per qualche ora con il proprio pupo.

Eppure le risorse che un genitore è capace di tirar fuori dal cilindro sono illimitate.
Guardate cosa fa questo papà: la sua bimba piange disperata e la prima idea che gli viene in mente è fare una videochiamata alla mamma che propone alcune soluzioni: il cartone preferito con i pinguini, il gioco del cucù, ma niente sembra calmare le urla. Fino a quando proprio lui ha una intuizione…

Ecco, forse la bambina voleva proprio il suo papà, e forse il suo papà non era così imbranato come pensava.

E sono certa che l’agenzia Y&R ha creato questo spot mettendoci dentro un altro punto debole per le mamme come me che lo guarderanno: i nostri, di papà, sono giovani e forti nonni, che in molti casi non ci hanno quasi mai presi in braccio da piccolissimi, o lo hanno fatto con tutte le sicurezze e i paletti possibili. Mi immagino mio padre che si metteva seduto e aspettava che mia madre gli mettesse in braccio mio fratello e me fino a quando non siamo stati capaci di salirgli addosso da soli! Altri tempi, altre paure, altre abitudini. Però, in versione nonni, si sono rifatti. E mi viene da riguardare questo spot immaginando il protagonista con la faccia di mio padre!

Comunque buone notizie: possiamo finalmente andare a fare la spesa, dal parrucchiere, al lavoro da sole. La situazione a casa, in un modo o nell’altro, è sotto controllo!

Segui Mammarketing anche su Facebook e Twitter!

Leave a reply